Quanto vale il lavoro delle donne nei centri antiviolenza?

10491215_588374137947748_8582023542118828501_n

A proposito di violenza, convenzione di Istanbul, finanziamenti e lavoro delle donne.
Un esempio di come vanno le cose …
Ecco la situazione del centro antiviolenza Demetra che sta cercando di portare avanti il progetto:  le donne del centro stanno interloquendo con le istituzioni locali, vediamo che faranno.

“… Un dato che non viene mai conteggiato è invece il valore economico del volontariato. … Se si calcola invece economicamente il volontariato tenendo conto di una retribuzione di 15 euro all’ora, si verifica che tradotto in termini economici, il centro antiviolenza Demetra ha prodotto un lavoro pari a 44mila 220 euro.
L’ indagine di Intervita Onlus ha fatto un calcolo dei costi della violenza contro le donne: il silenzio sul femminicidio costa 16,7 miliardi di euro: piu’ di una legge di stabilità. Gli investimenti invece sono solo di 6,3 milioni di euro. La conclusione è che nel 2012 una donna ogni 3 giorni è stata uccisa dal proprio partner, e che più di un milione di donne hanno subito almeno una molestia. Volendo stimare anche gli atti di violenza si arriva alla cifra stratosferica di 14 milioni: ovvero 26mila euro al minuto. …. In attesa di risposte istituzionali il lavoro delle donne dei centri antiviolenza mantiene in essere, nonostante tutto, progetti per la salute e la vita delle donne. Ma fino a quando?”

Navigando in Genere

imagesCAW03A5X

Il 30 settembre  la prima convenzione del centro antiviolenza Demetra donne in aiuto si concluderà. Le donne del centro stanno interloquendo con le istituzioni locali per chiedere una implementazione dei progetti del centro antiviolenza, aumentando il finanziamento all’associazione anche in previsione dell’apertura della Casa Rifugio. Una struttura arredata e sistemata con le sole forze dell’associazione, che non avra’ costi di locazione perche’ di proprieta’ di una concittadina che ha stipulato   un contratto di comodato gratuito con l’associazione Demetra.

La Convenzione di Istanbul, entrata in vigore il 1 di agosto indica ai Paesi che l’hanno sottoscritta, di sostenere le organizzazioni non governative,  la legge contro le disciminazioni varata dalla Regione Emilia Romagna riconosce il valore dei centri antiviolenza, il protocollo Anci -D.i.Re sottoscritto nel maggio 2013 anche, ma saranno sufficienti studi, linee guida, trattati internazionali, firme su firme e dichiarazioni di intenti  in assenza di una volontà politica di intervenire strutturalmente…

View original post 936 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...