L’incontro della rete Womenareurope

Racconti del corpo

Il piacere degli incontri di rete  è di guardarsi in faccia e parlarsi di persona. Se ne esce con la sensazione di polis , di comunità. Lo sapevi già prima, perché siamo virtualmente connesse tra noi ogni decimo di secondo, ma solo così ne fai esperienza.

La frustrazione è quella implicita nella complessità. Ci vuole tempo per accordare gli strumenti di un’orchestra senza direttore. Quattro minuti a testa per parlare alle altre, moltiplicati per decine di parlanti, diviso per ciascuna delle sensibilità in ascolto… Un rompicapo.

All’incontro della rete Women are Europe del 6 aprile a Milano sono intervenute in circa settanta, oltre che da Milano e provincia, da Firenze, Roma, Varese, Torino, Brescia, Genova, Reggio Calabria – facile che mi sia persa qualche città. Età media elevata, lunga esperienza di associazionismo, collettivi, reti, gruppi, anche partiti e istituzioni.

Provo a rilanciare, tra i molti, alcuni spunti che mi pare siano stati ricorrenti…

View original post 359 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...