MAPPA CHE PILLOLA

Un progetto interessante e anche utile, che certamente rende evidente quanto ormai sia diventato difficile usufruire di un diritto, ovvero il diritto alla salute riporoduttiva. Possiamo dire che ormai è diventato un percorso a ostacoli, dove noi donne possiamo aiutarci con metodi molto originali, questa solidarietà è molto bella, consepevoli però che il diritto è un’altra cosa.

Il Progetto

“Il progetto Mappachepillola nasce dalla volontà di quantificare e mappare le richieste di Pillola del giorno dopo a Roma.

Tutte ci siamo ritrovate a cercare o ad aiutare qualche nostra amica o sorella a cercarla nella dedalo di strutture ospedaliere e consultori.

L’iter complicato di questo farmaco ha da sempre innescato un sistema di passaparola di istruzioni e consigli che però mantenendosi saggezza popolare non si è mai ripercossa su chi complica, rallenta e rende difficoltoso l’accesso alla Pillola del giorno dopo ovvero gli obiettori di coscienza”. 

http://www.mappachepillola.org/_wp_/

Annunci

I NO-CHOICE ENTRANO NELLE SCUOLE EUROPEE – THE “NO-CHOICE” COME IN TO EUROPEAN SCHOOLS

Questo concorso con tanto di materiale allegato gira nelle scuole europee, al momento è stato “avvistato” solo in una regione italiana. Nel caso in questione l’insegnante ha detto che era tenuta a consegnarlo a tutti gli alunni della classe, poichè era stato approvato dalla Regione e dalla direzione scolastica. Il concorso è legato alla campagna europea ONE OF US della quale abbiamo già parlato, che ha il fine di raccogliere le firme per abrogare l’IVG in tutta Europa.

Vi invitiamo a leggere le cinque domane FAQ che trovate nel sito sulla destra e soprattutto le risposte, perchè danno il quadro completo dell’intento di questa operazione.

Inoltre queste sono le domande che vengono proposte agli studenti e alle studentesse per aituarli nella traccia dell’elaborato:

Per guidarvi nella vostra elaborazione vi lasciamo alcuni spunti di riflessione:

  1. Che cos’è per te il matrimonio? Che significato ha per la tua esperienza personale?
  2. Che cosa pensi delle sempre più diffuse unioni di fatto? Esiste una sostanziale differenza tra queste ultime e il matrimonio?
  3. E’ possibile ancora oggi parlare di indis-solubilità? Può un’unione durare per sempre?
  4. La fedeltà è un valore che sembra essersi perso. Può essere recuperato? Che significa amare qualcuno? Perché sposarsi e unire due vite per sempre?
  5. La parola “madre” e la parola “padre” stanno diventando sempre più scomode. Chi continua a sostenere queste parole è solo un tradizionalista?
  6. Qual è il ruolo che i coniugi, uomo e donna, padre e madre, han-no sull’educazione del figlio? E’ rilevante la differenza di sesso?
  7. Che prospettiva hai sulla tua vita matrimoniale? Credi che il matrimonio sia davvero un’evoluzione rispetto a un semplice fidanzamento?
  8. Vedi la famiglia, fondata sul matrimonio come una trappola o come un’opportunità?

http://www.giovaniprolife.org/2013/09/4-concorso-europeo-2013.html 

Obiezione Anarkikka

STANIAMO GLI OBBIETTORI! dal blog di Me-DeA

TANA LIBERA TUTTE! STANIAMO GLI OBIETTORI!

La situazione dell’obiezione di coscienza nel nostro paese è sempre più allarmante. Non basta gridarlo a gran voce, non basta invocare la difesa della 194.

Vogliamo tentare di fare qualcosa in più, vogliamo provare a spingerci oltre…vorremmo farlo con tutte voi.

TANA LIBERA TUTTE!

Questo il nome della campagna che abbiamo pensato per liberare le nostre scelte e le nostre possibilità di autodeterminarci davvero.

STANIAMO GLI OBIETTORI!

Nominiamoli, spargiamo la voce su dove lavorano, su come si chiamano, diciamoci chi sono e rendiamo pubbliche e accessibili a tutte queste notizie.

Chiediamo il vostro aiuto e sostegno nella raccolta di queste informazioni.

SE LI CONOSCI, LI EVITI!

Raccontateci le vostre storie e le vostre esperienze negli ospedali, nei consultori, nelle farmacie. Pubblicheremo sul blog le vostre testimonianze, in forma anonima naturalmente, in modo che altre donne possano sapere dove, come, quando accedere all’IVG senza incappare in questi personaggi…

https://medea.noblogs.org/category/sanita-pubblica/

8/3/2014 – Bruxelles

Bene! Portateci notizie.

femminile plurale

Bruxelles on a map

L’#8marzo saremo a #Bruxelles. Per incontrare persone, collettivi, ong, gruppi di donne, parlare e manifestare con loro. Perché la legge anti-scelta sull’aborto in Spagna e tutte le battaglie di retroguardia ci chiamano a una rete europea forte che possa finalmente farci guardare al futuro. Chiunque sia a conoscenza di eventi, iniziative, o voglia anche solo darci un contatto con chi che vive a Bruxelles, ci scriva per piacere qui o a femminileplurale@gmail.com.

Qui di seguito lo stesso messaggio tradotto in francese, inglese e spagnolo. Speriamo di poter raggiungere più donne possibili e più reti possibili, anche grazie al vostro aiuto. Condividete tra i vostri contatti, italiani ed internazionali! 

Ce #8mars nous serons à #Bruxelles dans le but de rencontrer des personnes, des collectifs, des ONG, des groups de femmes, parler et manifester ensemble. Cela car la loi anti-choix sur l’avortement en Espagne, ainsi que les autres batailles foncièrement retrogrades nous…

View original post 230 altre parole

8 marzo 2014: Io decido

Questo 8 marzo diamo un messaggi chiaro: siamo unite, indietro non si torna.”

PRIMA DI TUTTO LIBERE 4,5,6 MARZO 2016, PAESTUM

di Giulia Druetta (collettivo AlterEva)

Parto da alcune parole che ho scritto nella lettera di Paestum 2013 “Libere davvero. Libertà è poter essere, poter scegliere, poter desiderare. È una pulsione naturale, un bisogno palpabile, una lotta irrinunciabile”.

Qui, da tutte noi, cerco una risposta per dar senso a queste parole.

Si sta di nuovo combattendo una battaglia politica sul corpo delle donne, in un modo che abbiamo già vissuto.

Quest’offensiva si impegna su un doppio piano: dal basso, con la presenza dei no-choice negli ospedali, consultori (e a Torino di recente anche nei luoghi della formazione) e dall’alto nelle istituzioni europee e statali. La proposta di legge del governo del partito popolare conservatore spagnolo, oltre a riaffermare l’obiezione di coscienza per tutto il personale medico, introduce drastiche limitazioni alla possibilità di interrompere la gravidanza, attribuisce l’esclusiva decisione ai medici e riporta l’aborto a essere un reato.

View original post 462 altre parole

I NO-CHOICE MANIFESTANO IN TUTTA ITALIA PER ABROGARE LA 194

Presidi in tutta Italia, ogni due mesi ritornano davanti a molti ospedali italiani. A gennaio in molte città ci sono state delle contro manifestazioni.

A Milano il 2 aprile i No-Choice hanno previsto una manifestazione nazionale per promuovere un referendum per l’abrogazione della 194.

A Firenze è stato già organizzato un “contropresidio”, siamo in attesa di altre notizie, vi aggiorneremo strada facendo.

https://www.facebook.com/events/485318644906916/?ref_newsfeed_story_type=regular

Immagine

SEDI 9 ORE DAL 1-3-14 ( ORE 9-18 )

ALL’ESTERNO DI STRUTTURE OSPEDALIERE

CONTRO L’ABORTO ED A SOSTEGNO DEL REFERENDUM

Aosta ( Beauregard , via Vaccari 5 )

Torino ( S. Anna , via Ventimiglia 3 )

Genova ( S. Martino , viale Benedetto XV )

Milano ( Niguarda , piazza Ospedale Maggiore 3 )

Trento ( Santa Chiara , largo Medaglie d’Oro 9 )

Vicenza ( S. Bortolo , via Rodolfi 37 )

Trieste ( Burlo Garofolo , via Istria 65 )

Piacenza ( Guglielmo da Saliceto , via Taverna 49 )

Firenze ( A. O. Careggi , largo Brambilla 3 )

Perugia ( S. Maria della Misericordia detto “ Silvestrini “ , loc. S. Andrea delle Fratte )

Ancona ( Salesi , via Corridoni 11 )

Roma ( S. Giovanni-Addolorata , via dell’Amba Aradam 9 )

Campobasso ( Cardarelli , contrada Tappino )

Teramo ( Mazzini , piazza Italia 1 )

Caserta ( S. Anna , via Roma 124 )

Potenza ( S. Carlo , via Polito Petrone snc )

Foggia ( Riuniti , via Luigi Pinto 1 )

Cosenza ( Annunziata , via Migliori 5 )

Catania ( Garibaldi Nesima , via Palermo 636 )

Cagliari ( Brotzu , piazzale Ricchi 1 )